| Home | News & Info | About_us | Contact us |
 


News & Info News & Info
OcchioBooks OcchioBooks
Delivery Jobs Delivery Jobs
 Link web Link web
Weather & Stats Weather & Stats





Password dimenticata?
Occhioarchives
DSC_3344.jpg




Installazioni Impianti Palermo
La sezione informatica dei nostri collaboratori
Ferramenta a 360 gradi
I migliori parrucchieri di Palermo
I migliori parrucchieri di Roma


www.concorsifotografici.com
Portfolio Review – A Call  for Artists

















Opzioni aggiuntive

I più letti
I commenti + recenti
Fotografare bolle di...
Ciao sono Alessandro del sito ...
Illuminazione Creati...
Gent.le Stefanor, certamente l...
Illuminazione Creati...
ho una nikon d60 ed ho appena ...
Fotografare un matri...
Complimenti per il tuo articol...
Santa Rosalia il cul...
Grazie. Un sentito ringraziame...
OcchioFEED

Check Page Ranking






 

PDF Stampa E-mail

Iniziamo ad usare GIMP

Per i pochi che non lo conoscono, Gimp è il miglior programma opensource (IMHO) per creare e modificare le immagini.
E' un programma principalmente orientato allo sviluppo per il web, piuttosto che per la stampa a causa della mancanza di un robusto strumento per la gestione dei profili di colore.
Il programma dispone di molti strumenti che vanno da quelli classici di selezione ai più avanzati rappresentati da curve, livelli, mix canali, maschere. Inoltre dispone di un gran numero di filtri e script-fu (altri sono scaricabili da internet) che permettono di automatizzare qualsiasi operazione: creazione di loghi, gif animate ed effetti di vario tipo (distorsione, luci, mappatura, e molti altri).
Un elenco esaustivo delle caratteristiche è praticamente impossibile: scaricatelo e usatelo, non ve ne pentirete. In questo tutorial cercheremo di presentare, attraverso poche immagini, le funzioni principali di GIMP.


1 - L'interfaccia grafica La toolbox

La toolbox, o barra degli strumenti, è il centro delle operazioni che svolgeremo con GIMP. Nella parte superiore, si trovano i vari strumenti; per conoscerne il nome basta poggiare, per qualche istante, il cursore sull'icona corrispondente mentre con un doppio click faremo apparire la finestra delle opzioni del comando (nell'immagine accanto si trova nella metà inferiore).


Nella zona inferiore possiamo inserire tutte le finestra di dialogo che vogliamo (più avanti vedremo come). Infine i quattro pulsanti in basso ci permetteranno di salvare le impostazioni delle finestre di dialogo o di ripristinarle ai valori di default per personalizzare ulteriormente il programma.

2 - Aprire un'immagine

Per aprire un'immagine, scegliamo dal menu File la voce Apri. Ci troveremo, in questo modo, la finestra sottostante suddivisa in diverse zone abbastanza autoesplicative. A noi interessa in particolar modo la parte centrale che, con le sue tre colonne, ci permette di scegliere la cartella in cui si trovano le immagini, di selezionare il file da aprire (con CTRL e Shift si possono selezionare anche più file).


Se scriviamo il nome nella casella in basso potremo usare il tasto TAB per far autocompletare il nome del file o della cartella: proprio come in una finestra di terminale.

Aprire un file

3 - I menu

I menù sono attivabili in vario modo: dalla barra dei menu (;-)), dalla freccetta che si trova tra i righelli orizzontale e verticale e, infine, cliccando col tasto destro del mouse sull'immagine.

I menu

4 - Salvare le immagini

Per salvare il file, basta scegliere dal menu, visto al punto 3, la voce File -> Salva (o simile), scegliere la cartella e scrivere il nome nella casella in basso. Per quanto riguarda il formato potete aggiungere direttamente l'estensione al nome in modo che Gimp lo salvi nel formato che volete (il formato nativo di Gimp è xcf). In alternativa potete scegliere dalla casella "Determina tipo file" una delle estensioni possibili. In generale è meglio lasciare su automatico il tipo di file e scrivere l'estensione a mano, in questo modo GIMP compirà tutte le operazioni necessarie per un perfetto salvataggio come trasformare in scala di colori una gif.

Salvare un file

5 - Gli shortcut (scorciatoie da tastiera) Gli shortcut

Aprendo i menù potrete vedere accanto ad alcune voci delle combinazioni di tasti. Se premute esse permetteranno, a menù chiuso, di raggiungere velocemente quelle funzioni. Per saperne di più sulle scorciatorie di tastiera date uno sguardo QUI.

6 - Aggiungere schede

Cliccando sulla freccetta accanto alla X in una qualsiasi finestra di dialogo, avrete un menù che elenca, oltre ai comandi per quella particolare finestra, un menù generico che consente tra l'altro di aggiungere schede a quelle esistenti nella stessa finestra per evitare il caos che potrebbe ingenerare un gran numero di finestre sullo schermo.

Aggiungere tab

7 - Salvare in GIF

Per creare un'animazione con GIMP il modo più semplice è quello di creare manualmente i livelli che costituiranno l'animazione (un livello per ogni fotogramma) e poi salvare il file con estensione gif (o mng anche se quest'ultimo formato non viene visualizzato da Internet Explorer). Ci appariranno due finestre per impostare i parametri fondamentali. La prima finestra è la seguente:

Esporta Gif

Qui possiamo decidere se appiattire l'immagine (fondere i vari livelli in uno) per creare una semplice immagine statica o salvare i livelli separati per creare un'animazione (che è ciò che vogliamo). Se poi l'immagine non è in scala di colore ci verrà anche chiesto se vogliamo indicizzarla in scala di colore (ridurre il numero di colori a non più di 256) o in scala di grigi. Il mio consiglio è di fare questa conversione a mano e poi risalvare l'immagine (Immagine -> Modalità -> Indicizzata / Scala di grigi).

La seconda finestra è invece la seguente che ci permette di impostare alcuni parametri come il tempo di apparizione di ogni fotogramma e un commento.

Salva GIF

8 - La finestra Livelli

Come ultima immagine, ho scelto la finestra Livelli, senza conoscerla non andrete molto lontani come con un qualsiasi altro programma di grafica. Immaginate i livelli come una serie di fogli (anche trasparenti) sovrapposti, per ognuno di questi fogli possiamo impostare un livello di trasparenza, aggiungere una maschera di livello e definire una modalità di sovrapposizione del livello in modo che i pixel del livello superiore si fondano a quelli dei livelli inferiori.


Finestra Livelli

Se pensate possa essere interessante ... ecco a voi i link a tutte le versioni disponibili del manuale in PDF:

PDF Snapshots

(thanks to GIMP.linux.it & volalibero.it)

Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
quote
bold
italicize
underline
strike
url
image
quote
quote
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley
Smiley

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy
 
Articoli correlati

   Occhiovivo PhotoGraphers \ Home arrow News & Info arrow Howtoo GIMP

 

© 2019 Occhiovivo PhotoGraphers
Tutte le immagini ed i testi presenti su questo sito sono di proprieta' dell' agenzia Occhiovivo Photographers.
E' vietata ogni riproduzione, copia, alterazione o modifica, anche parziale, senza esplicito consenso scritto dell'autore.